Il Progetto NO.WA (No Waste)

il progetto-No-WasteBACKGROUND E OBIETTIVI

Nell’ambito del Programma “LIFE+”, la Commissione Europea ha selezionato un progetto presentato dal Comune di Reggio Emilia denominato NO.WA (No Waste), finalizzato a predisporre un piano d’azione per la prevenzione della produzione e per la riduzione dei rifiuti all’interno delle catene di grande distribuzione commerciale e alla realizzazione di un Centro del riuso.

La gestione dei rifiuti rimane una sfida importante per le autorità locali in Italia e gli organismi del settore privato rappresentano i partner chiave nel tentativo di minimizzare l’impatto dei rifiuti.

La Grande Distribuzione Organizzata può dare un contributo notevole alla minimizzazione dei rifiuti in quanto ha un forte potere d’acquisto e può quindi influenzare, per esempio, le politiche di packaging, può aiutare a far crescere nei consumatori una coscienza ambientale e a ridurre così la produzione di rifiuti.

Obiettivi principali del progetto sono la realizzazione di un piano di prevenzione/riduzione dei rifiuti insieme alla Grande Distribuzione e alla progettazione di un «centro del riuso» che recuperi i materiali invenduti o riutilizzabili.

Insieme al Comune di Reggio Emilia, che avrà il ruolo di capofila, partecipano al progetto il Comune di Trento, Ambiente Italia, Reggio nel Mondo e Coop Consumatori Nordest.

I partners realizzeranno infatti la mappatura delle migliori esperienze di riduzione dei rifiuti nella grande distribuzione già realizzate a livello nazionale e internazionale e l’elaborazione di un piano di riduzione, da sperimentare nella grande distribuzione organizzata locale. Il piano verrà sperimentato nel Comune di Reggio Emilia e nel Comune di Trento.

Infine, grazie alla collaborazione di Iren, del Comune di Piacenza e di Coop Consumatori Nordest, verrà realizzato uno studio di fattibilità per la realizzazione di un Centro del riuso che permetta di recuperare beni non alimentari invenduti e di intercettare beni dismessi prima che finiscano nei centri di raccolta dei rifiuti urbani.

Il progetto prevede per tutti i partners un budget complessivo di 1.449.664 euro nel triennio 2012-2014 e verrà cofinanziato dalla Commissione europea per il 50%.

 

AZIONI PRINCIPALI

  1. Mappatura delle migliori esperienze di riduzione rifiuti nella Grande Distribuzione già realizzate a livello Nazionale.
  2. Elaborazione di un piano di riduzione, da sperimentare nella Grande Distribuzione Organizzata locale nel Comune di Reggio Emilia e nel Comune di Trento.
  3. Realizzazione di uno studio di fattibilità per la realizzazione di un «centro del riuso» che permetta di recuperare i beni non alimentari invenduti.

 

RISULTATI ATTESI

  • Adozione e attuazione di nuovi piani di riduzione dei rifiuti a Reggio Emilia e Trento.
  • Studio di fattibilità e analisi di mercato riguardante l’istituzione di un «centro di riuso».
  • Guida delle migliori pratiche per aiutare gli operatori a minimizzare i flussi di rifiuti.
  • Creazione di una produzione più eco-compatibile e di pratiche di consumo più sostenibili.