Ridurre i rifiuti, si può!

Bastano dei piccoli gesti per riuscire a ridurre i rifiuti nei vari contesti in cui ci veniamo a trovare; ecco qui una lista di azioni semplici ma efficaci!

Al lavoro

  • In ufficio o a casa, dai priorità alle comunicazioni via e-mail piuttosto che a quelle via fax o per posta ordinaria. Stampa solo le pagine che ti servono e utilizza l’opzione “stampa su entrambi i lati” sulla stampante.
  • Ricordati di riportare le cartucce di inchiostro e toner vuote al tuo fornitore per riempirle nuovamente. Oltre che rispettare l’ambiente, questa piccola azione genera attività e contribuisce a creare nuovi posti di lavoro.
  • In ufficio, porta la tua tazza per il tè o per il caffé ! In questo modo, eviterai di riempire il cestino con bicchieri di plastica.
  • Perché non tenere i fogli utilizzati come carta da riciclo per le tue bozze?
  • Scegli attentamente le tue forniture d’ufficio. Dai la priorità a oggetti ricaricabili o riutilizzabili, materiali riciclati o riciclabili e prodotti con marchio di qualità ecologica europeo!
  • Ricordati di comprare il caffè o tè in un solo pacchetto grande piuttosto che in tanti piccoli pacchetti. Produrrai meno rifiuti e risparmierai denaro.
  • Ricordati di donare le apparecchiature elettroniche usurate o difettose ad associazioni che daranno loro una seconda vita.

Durante i pasti

  • Scegli di cucinare cibi freschi; non solo mangerai in maniera più sana, ma risparmierai anche molti rifiuti di imballaggio rispetto ai pasti preconfezionati che solitamente contengono imballaggi eccessivi.
  • Non dimenticare di cucinare per primi i prodotti che hanno la data di scadenza più vicina per evitare sprechi . Prenditi cura dei prodotti deperibili; per esempio, mettere i prodotti che hanno una scadenza a breve nella parte anteriore del frigorifero o dell’armadio è un modo semplice per ridurre la produzione di rifiuti.
  • Riempi una brocca d’acqua del rubinetto! Risparmierai i soldi che avresti speso acquistando una confezione di bottiglie d’acqua e limiterai la quantità di plastica sprecata!
  • Quando vai a fare un picnic, porta dei contenitori ermetici per alimenti, bottiglie e coperti riutilizzabili. In questo modo, ci saranno meno rifiuti da gettare alla fine del picnic. Ancora meglio sarebbe riuscire a portare a casa i rifiuti prodotti così da differenziarli!

Shopping

  • Scegli i prodotti con un marchio di qualità ecologica. Le etichette ecologiche europee o nazionali sono certificazioni ufficiali che garantiscono la qualità del prodotto e un impatto ambientale ridotto durante tutto il loro ciclo di vita. Esistono centinaia di prodotti di ogni genere (quaderni, raccoglitori, borse, prodotti per la casa, filtri di caffè …) che hanno le etichette ecologiche. Tieni gli occhi aperti per individuarli!
  • Scegli i prodotti con meno imballaggio ed evita i prodotti monouso o usa e getta. Sin dal momento dell’acquisto, è spesso possibile scegliere un prodotto che generi meno rifiuti. In questo modo puoi risparmiare materie prime e contribuire a ridurre l’inquinamento generato dal processo di produzione. In molti casi, si risparmia anche del denaro!
  • Scegli di acquistare prodotti sfusi. I prodotti sfusi, o “alla spina”, sono spesso meno costosi e riducono i rifiuti prodotti.
  • Acquista dei quantitativi rapportati alle tue esigenze. Acquistare delle quantità di cibo adatte alle vostre esigenze vi permetterà di produrre meno rifiuti, ma anche di evitare di gettare prodotti che avete acquistato. Quindi, oltre alla riduzione dei rifiuti, otterrete anche un risparmio economico!
  • Opta per le borse della spesa riutilizzabili. La vita stimata di un sacchetto monouso di un negozio è di soli 20 minuti. Dopo questo lasso di tempo infatti, il sacchetto viene gettato via, diventando così molto rapidamente un rifiuto, e un grande fonte di inquinamento per la campagna e per il mare se non viene gettato nella raccolta differenziata.
  • Scegli prodotti ricaricabili. Le eco-ricariche sono spesso disponibili per i prodotti per la casa, per i cosmetici, così come per determinati alimenti.

Tempo libero

  • Salva le batterie: a casa, collega i dispositivi di piccole dimensioni attraverso la rete elettrica o usa batterie ricaricabili… risparmierai anche dei soldi!
  • Se possibile, evita l’acquisto di prodotti non necessari, soprattutto durante le feste e le vacanze: valuta di cosa hai realmente bisogno, così da non comprare cibo, decorazioni o regali inutili.
  • La prossima volta che hai un regalo da comprare, perché non ne scegli uno “smaterializzato”, come ad esempio un biglietto per uno spettacolo o un concerto, un abbonamento, un massaggio, un corso di cucina… per un divertimento senza sprechi!

A scuola

  • Prima di acquistare nuovo materiale scolastico, in particolare di cancelleria, controlla le scorte e lo stato di quello dell’anno precedente, per vedere se e cosa può essere riutilizzato. E per quello che deve ancora essere acquistato, opta per materiali con marchio di qualità ecologica, o per quelli che sembrano resistenti e in grado di sopportare qualche graffio!
  • Scegli la cancelleria ricaricabile, che dura più a lungo.
  • Per la merenda, porta il cibo in una “scatola” riutilizzabile e la tua bevanda in una borraccia piuttosto che in una borsa o una lattina da scartare.
  • Riduci lo spreco di carta scrivendo su entrambi i lati della pagina.

Fai da te

  • Perché non affittare o prendere in prestito l’attrezzatura di cui hai bisogno?
  • Fai la raccolta differenziata dei tuoi rifiuti pericolosi
  • Per tutti i rifiuti chimici pericolosi prodotti da attività fai da te, come quelli derivanti da prodotti per la casa, batterie, lampade fluorescenti o al neon… portali negli Ecocentri o nei punti di raccolta più vicini.

Giardinaggio

  • Perché non affittare o prendere in prestito da un vicino gli attrezzi da giardinaggio di cui hai bisogno solo occasionalmente?
  • Considera l’acquisto di un fertilizzante naturale che si adatti ai metodi di agricoltura biologica. Meglio ancora, fai il compost a casa e utilizzalo come fertilizzante!

A casa

  • Scegli le lampadine a basso consumo energetico. Una lampadina a basso consumo energetico utilizza l’80% in meno di elettricità e dura 6-8 volte in più!
  • Scegli dei prodotti sostenibili piuttosto che quelli usa e getta: creano molti meno rifiuti! Alcuni esempi: gli stracci in tessuto, i rasoi a lame intercambiabili, le tazze, le penne con cartucce, le batterie ricaricabili ecc…
  • Prima di gettare via un oggetto, cercare le associazioni della tua zona che potrebbero dargli nuova vita!
  • Acquista il sapone invece del gel doccia. Il sapone si avvale di meno imballaggi, riducendo la quantità di rifiuti!
  • Lotta contro la carta straccia: apponi un adesivo “Non vogliamo pubblicità” sulla tua buca delle lettere!
  • Più del 30% del peso della nostra pattumiera è composto da rifiuti organici (scarti di cucina, rifiuti da giardino, cenere, ecc). Creare un compost nel quale buttare i rifiuti verdi e biodegradabili significa sprecare meno e guadagnare un’ottima fonte di fertilizzante naturale per i tuoi fiori e il tuo orto.
  • Ricicla e ripara, per quanto possibile! Ogni anno vengono scartati tra i 13 i 25 kg di apparecchiature elettriche ed elettroniche – frigoriferi, telefoni, computer – a testa. Tuttavia, questi prodotti non solo contengono elementi nocivi come piombo e mercurio, ma la maggior parte di essi possono essere riparati o riutilizzati. Considera la possibilità di donare le apparecchiature di cui non ti servi più alle associazioni che le riparano invece di disfartene!
  • Dare una seconda vita ai vestiti che non vuoi più. Regalali agli enti di beneficenza, alle associazioni, agli amici o ai familiari.
  • Compra i pannolini lavabili per i tuoi bambini. Prima di compiere tre anni, ogni bambino usa fra i 5000 e 6000 pannolini, il che equivale a circa una tonnellata di pannolini sporchi per bambino. Con i pannolini di stoffa, eviteresti una notevole quantità di rifiuti e risparmieresti molto denaro.

Fonte: www.ewwr.eu